Per poter visualizzare tutti i contenuti è necessario avere la versione attuale di Adobe Flash Player.

Homepage archivio Storia Storia2 San.Martino Il giornale Diario Documenti1 Novità Roma  DonPietroVIII Aida Natale 2011 Franco DeMasi Famiglia Romeo San Giovanni Bosco Natale 2013 bambini 

Homepage

Notizie su Taurianova Coordinate: 38°210N 16°10E Altitudine:210 m s.l.m.Superficie:47 km²Abitanti:15.866 dicembre 2007Densità:337,5 ab./km²Frazioni:Amato, Donna Livia, Pegara, San Martino Comuni contigui:Cittanova, Molochio, Oppido Mamertina, Rizziconi, Terranova Sappo Minulio, Varapodio

Autore e curatore del sito web:Tino De Leo

Lourdes - La Grotta "live"

La Bibbia

La storia di Jatrinoli

La raccolta di "COMUNITA'

Taurianova - Previsioni del tempo

Prof. Domenico Caruso:"Spazio San Martino"

Clicca sullo stemma per maggiori informazioni su Taurianova

Rinasce il "Corriere della Piana"

Il Vangelo di oggi (scritto e voce)

Natale 2012

Taurianova (RC) - ITALY

Notizie della Parrocchia:"SS.Apostoli Pietro e Paolo"Parroco:Arc. Don Alfonso FrancoIndirizzo:Piazza V.Emanuele II89029 Taurianova (RC)Email:comunitajatrinoli@libero.itOrario delle Messe:giorni feriali: 7,30 - 18,30giorni festivi: 8,30 - 11,00 -18,30

Lavori dei nostri collaboratori:

Artista Antonio Zappone

Articvli e notizie

La nostra Comunità spiritualmente guidata dall’Arc. Don Alfonso Franco, prega nostro Signore Gesù affinchè dia al nostro Papa tutta la forza per rinnovare e portare agli antichi splendori spirituali la nostra Chiesa oggi più che mai minata dall'ipocrisia umana. Viva PAPA FRANCESCO !

Ultima edizione new

Padre Silvestro Morabito

Consiglio Parrocchiale

Verbale

Vita A.C.R.

Madre Celeste poesie

Pagina dedicata al Santo

Archivio di articoli recenti

Avviso convocazione

Aida Dattola :

Pagine per i fanciulli

Padova Altare di S.Antonio

New 2015

New Natale 2015

Ricordo diPasquale Russoscultore

Scarica gli ultimi numeri di "Comunità"

Vedi il servizio

(Rev. 7/5/2016 Tino De Leo)

Il primo Catechismo dei Cristiani

Il Pastore di Erma

FESTEGGIAMENTI IN ONOREDELLA MADONNA DEL CARMINE 2017di Angela Caccamo

Pag. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 - Prog. religioso - Prog. civile - Elenco comp. Comitato e Portatori - Vari

Leggi l'ultimo numero di "COMUNITA'"

Si sono conclusi il 17 luglio i solenni festeggiamenti in onore della Beata Vergine Maria del Monte Carmelo, con il deporre nella nicchia, dopo il bacio del sacro piede, da parte di numerosissimi fedeli, della sacra effigie della Madonna; scultura lignea che risale, come donazione alla nostra Chiesa Matrice da parte dei nobili iatrinolesi Don Giuseppe Salazar e Donna isabellla Ganini, all’anno 1837. Quest’anno ricorre infatti il 180° anniversario di tale donazione.Un programma ricco di eventi sia religiosi che civili ci ha accompagnati per tutto l’arco dei festeggiamenti. Gli appuntamenti religiosi, tutti vissuti dai fedeli con molta partecipazione, sono stati molteplici. Il 6 luglio, giorno del tradizionale “Invito”, si è dato avvio ai festeggiamenti e il giorno seguente è iniziato il solenne Novenario in preparazione alla festa della Madonna che ha trovato il suo culmine giorno 15 alle ore 22:00 con la Solenne Concelebrazione Eucaristica sul palco allestito sul sagrato della Chiesa e trasmessa in diretta Tv su Telemia e su ApprodoNews.La celebrazione è stata presieduta dal nostro Parroco Don Alfonso Franco e, come ormai da tradizione, con la presenza di tutti i sacerdoti di Jatrinoli: don Pino De Raco; don Giuseppe Saccà; don Antonello Messina e il vice parroco P. Sebastian, i diaconi Cecè Alampi e Carmelo Vicari, i seminaristi della Parrocchia Giovanni Massara e Domenico Alampi, e di altre Parrocchie Giovanni Rigoli e Vincenzo Condello, i ministri straordinari della Santa Comunione, Franco De Masi e Rita Mammone, e i ministranti maggiori. Impedito a partecipare Don Marco Larosa, che simultaneamente aveva la festa del Carmine nella Parrocchia di S. Eufemia d’Aspromonte. Presente un foltissimo stuolo di fedeli devoti della Beata Vergine Maria del Monte Carmelo che gremivano la Piazza fino all’inverosimile. Molto emozionante fu il momento iniziale, scandito da un fragoroso applauso, quando la sacra effigie, portata a spalla dal gruppo dei portatori, venne collocata sul palco in un tronetto appositamente allestito per l’occasione. Presenti tutte le Autorità civili e militari. L’Amministrazione comunale, secondo la tradizione, ha offerto come ogni anno il cero votivo alla Madonna. Un secondo caloroso applauso ha simbolicamente significato la partecipazione di tutto il popolo all’accensione del cero da parte del Vice Sindaco, in assenza del Sindaco impedito per urgenti motivi familiari.Questa festa, particolarmente cara al popolo di Taurianova, ha origini antichissime. E, come ogni anno, ha lasciato a tutti noi un bellissimo messaggio che il nostro amato Parroco, interpretandolo, ci ha comunicato nella sua omelia. Un messaggio semplice di fede cristiana corroborata dalla preghiera quotidiana, dalla partecipazione ai Sacramenti e dall’esercizio delle virtù a imitazione di Maria, umile ancella, donna dell’ascolto, del servizio e del silenzio. Maria, Madre che Gesù nella Sua infinita misericordia, dall’alto della Croce, nel momento supremo della sua vita terrena, ci ha donato come Madre dell’umo, diventa nostra Madre, e pertanto Madre di Dio e Madre dell’umanità intera. Noi abbiamo perciò una Mamma celeste che, non per natura, ma per grazia, è onnipotente, perché le richieste che Maria fa al suo Figlio Gesù a nostro favore vengono sempre esaudite. Maria ognora ci viene in aiuto e ci soccorre, è Madre premurosa, è la nostra mediatrice e, come alle nozze di Cana, manifestò la sua onnipotenza per grazia quando costrinse amorevolmente il suo Gesù, che ancora non aveva compiuto nessun segno, a compiere il primo miracolo, parimenti la Beata Vergine Madre Maria agisce in nostro favore, ci sostiene e previene i nostri bisogni, le nostre ansietà, i nostri progetti e intercede per noi presso il Trono dell’Altissimo. Alla propria Mamma, come alle nozze di Cana, Gesù non negherà nessuna grazia che Ella chiederà per noi. Ecco perché la devozione alla Beata Vergine Maria è quella più radicata nell’animo del popolo cristiano. Non per nulla la Vergine, infatti, è venerata sotto migliaia di titoli, tanto è forte il legame tra Lei e noi suoi figli bisognosi di aiuto e di protezione.Tra tutti i titoli, non si dirà un’eresia, se affermiamo che il titolo di Nostra Signora del Monte Carmelo è sicuramente tra i preferiti della Madonna e quello tra i più cari al popolo devoto, soprattutto per il dono del santo Scapolare col quale ci sentiamo ognora protetti dal manto materno della Madonna del Carmine, consegnato per la prima volta al primo superiore Generale dell’Ordine Carmelitano, San Simone Stock.Al termine della Santa Messa, sono stati omaggiati con la consegna del XVI Premio “Araba Fenice” da parte di Don Alfonso tre importanti Associazioni che lavorano intensamente e intelligentemente per l’elevazione umana, civile, sociale, morale, religiosa e cristiana della nostra gente, e cioè la testata giornalistica “ApprodoNews” nella persona del suo fondatore il giornalista ed editore Luigi Longo, l’Associazione de “Gli Amici del Palco” e la “Pro Loco” taurianovese.Nel corso del Novenario e dei giorni di festa si sono intraprese tante iniziative, volte a rendere omaggio a Maria, dalle Sante Messe di Quartiere, alla Veglia di Preghiera Mariana notturna, alla riuscitissima sacra rappresentazione con risvolti ricreativi, come si addice al mondo dell’infanzia, che ha visto come protagonisti, attori in erba, i fanciulli dell’Azione Cattolica Ragazzi della Parrocchia, guidati amorevolmente e curati intelligentemente dagli Educatori e dagli Animatori, con la fattiva collaborazione del Gruppo Giovani e Giovanissimi dell’AC.Una ricordo particolare vogliamo fare, per quel che concerne il giorno della festa, domenica 16 luglio, con la Messa Solenne cantata dal Coro “San Filippo Neri”, quella delle ore 11:00, con la benedizione e l’imposizione degli abitini o scapolari e la Supplica alla Madonna del Carmelo. Nel pomeriggio dalle 18:30 per le vie della città si è snodata la processione della sacra effigie della Madonna, animata da preghiere intercalate dalle musiche dell’Orchestra Giovanile di Fiati “Don Pietro Franco” diretta dal Maestro Cettina Nicolosi. Al ritorno in Chiesa, il numerosissimo stuolo dei fedeli devoti che hanno partecipato alla processione ha potuto assistere, in una cornice spettacolare di pietà, religiosità, devozione, tradizione e sentimento, ai coloratissimi, scintillanti e fantasmagorici fuochi pirotecnici visibilmente apprezzati con un prolungato e convinto applauso da quanti gremivano la grande Piazza Vittorio Emanuele II.Prima di concludere non possiamo esimerci dal fare un doveroso plauso ai componenti del Comitato Feste per l’impegno profuso e per i brillanti risultati ottenuti nelle varie riuscitissime manifestazioni serali. Ricordiamo, inoltre, un momento divenuto ormai tradizionale, quello con cui il Comitato in una delle serate offre a tutta la gente presente in Piazza una degustazione gratuita di prodotti tipici della nostra terra.Con il ritorno della processione in Chiesa e con il saluto e i ringraziamenti del Parroco, ci si è dati gioiosamente appuntamento, con l’aiuto di Dio e la protezione della Vergine, ai solenni festeggiamenti del 2018.

Omelia del Parroc0 - Film - (parte)

Alcune immagini della S. Messa celebrata all'aperto


http://www.comuni-italiani.it/080/093/index.html http://www.meteo.it/previsioni/Taurianova/istat-80093 https://www.twitch.tv/tino1942 

Comunità Jatrinoli