Per poter visualizzare tutti i contenuti è necessario avere la versione attuale di Adobe Flash Player.

Homepage archivio Storia Storia2 San.Martino Il giornale Diario Documenti1 Novità Roma  DonPietroVIII Aida Natale 2011 Franco DeMasi Famiglia Romeo San Giovanni Bosco Natale 2013 bambini 

Storia2

Dal punto di vista politico, si pensi che ancora siamo nell’età feudale, perdurano strutture organizzative conservate dalle epoche precedenti. Così abbiamo impero, regni e principati, istituzioni ecclesiastiche, legami vassallatico-beneficiari. Comunque è forte l’esigenza di trasfor-mazioni politiche adatte alle mutate situazioni, anche se perdura ancora a lungo l’idea di una società tripartita in oratores (coloro che pregano), bellatores (coloro che fanno le guerre) e laboratores (i lavoratori). Le trasformazioni incominciano a vedersi già in questa tripartizione della società, dal momento che accanto ai comuni bellatores sorge un ordine nobiliare, quello dei cavalieri, e accanto ai laboratores contadini, nasce un nuovo ceto di laboratores, non più contadini, ma lavoratori urbani, e cioè i burgenses (cittadini).Ancora dal punto di vista politico bisogna considerare come uno degli eventi più significativi dell’XI secolo l’affermazione del papato romano, che venne ad essere come guida e riferimento non solo della cri-stianità, ma dell’intera società medievale. Purtroppo la stretta connessione tra potere religioso e potere politico, che risaliva ai secoli prece-denti, aveva apportato una forte degenerazione della Chiesa, per cui si era resa necessaria l’attuazione di una grande riforma, all’interno della quale ci fu un vigoroso rifiorire degli ordini monastici, la cui presenza fu fortemente sentita nelle zone circostanti l’insediamento iniziale di Jatrinoli .In ultima analisi potremmo dire che in seguito allo sviluppo delle dottrine teocratiche da parte del papato con lo scopo evidente di affermare la supremazia dell’autorità religiosa su quella civile, l’impero non rinuncia a voler essere la guida politica dell’intera cristianità e teorizza la supremazia dell’autorità imperiale su quella pontificia. Da questi contrasti dialettici si originarono infinite contese e vere e proprie guerre con grande nocumento delle popolazioni, le quali più che di disquisizioni di carattere teorico o di affermazioni di orgogliosi primati, avevano piuttosto bisogno di mezzi più qualificati e consistenti di sostentamento e del riconoscimento dei più elementari diritti umani.

L'antico Palazzo Contestabile ora restaurato

L'antica Chiesa (clicca sull'immagine per ingrandire)

Lo Stemma del Comune prima del 1928

La fontana di marmo in Piazza Vittorio Emanuele II

E prima dell'anno '1000 ?Leggi le origini di Jatrinoli secondo le teorie del Prof. Giuseppe Riso.(Gli articoli sono stati pubblicatidal periodico "COMUNITA'")

OrigineGreca

OrigineEgizia

L'edificio in Piazza Libertà ora sede degli uffici comunali di Taurianova. Prima del 1928 Municipio di Jatrinoli


http://www.siticattolici.it 

Comunità Jatrinoli